Everybody! Get in here and greet our guest!
29 novembre 2017
“The Colosseum – Spring 2018” -Tekken World Tour
15 maggio 2018

INTERVISTA AL TEAM “EPOK”

Il team degli Epok è uno dei più conosciuti in Italia per quanto riguarda Overwatch. Alle nostre domande ha risposto Loris “StreaMiii” Bilardi, capitano e manager del team.

(づ .◕‿‿◕.) づ

F: Presentatevi brevemente e presentate il progetto

E: Ciao, sono StreaMiii e faccio parte del team Epok. Il nostro progetto ha l’obbiettivo di dimostrare che anche in Italia è possibile avere una realtà solida che tratta eSports grazie anche al supporto dei nostri sponsor.

F: Come vi siete conosciuti? Cosa vi ha portati al competitive?

E: Il nostro team è nato circa un anno fa, dopo esserci conosciuti online e aver visto che c’era una buona affinità tra i membri della squadra. Fin da subito la nostra unica intenzione è stata diventare un team competitivo.

F: L’OPC di Milano: com’è stato? quali sono le vostre sensazioni, migliori/peggiori?

E: In generale l’evento è stato molto bello, l’arena è stata emozionante e vincere la finale ha reso il tutto ancora più unico. D’altro canto i vari problemi riscontrati sia in semifinale che in finale hanno reso l’evento in alcuni momenti poco piacevole.

F: Ci descrivete la vostra giornata tipo?

E: La nostra giornata inizia con l’arrivo in Blasteem, la factory in cui ci alleniamo almeno 5 giorni a settimana. Dedichiamo circa 2 ore alla parte social e dopo altre 5/7 al vero e proprio allenamento tramite vod review e scrim, per infine tornare a casa.

F: Quali sono i vostri progetti futuri?

E: Per quanto riguarda esclusivamente il team di Overwatch sicuramente qualificarci al Contenders è l’obbiettivo primario, oltre che consolidare il primato italiano nelle competizioni avvenire. Per quanto riguarda il progetto Epok in generale, invece, l’obbiettivo è di ampliare il nostro pool di giochi dando l’opportunità ad altre squadre di vivere la stessa esperienza che sta vivendo il nostro team di Overwatch.

F: Come vedete l’evoluzione degli eSports in Italia e nel mondo?

In Italia stiamo andando molto a rilento ma siamo fiduciosi che l’anno prossimo ci saranno importanti investimenti che renderanno finalmente questo fenomeno riconosciuto. Nel resto del mondo quest’ultimo sta avendo una crescita esponenziale il che è positivo.

F: Cosa ne pensate delle ragazze che giocano? Vi piacerebbe vedere più team femminili ad alti livelli?

È una domanda alquanto strana. Personalmente reputo inutile una distinzione tra maschio e femmina in questo ambito. Vedere un team femminile ad alti livelli può essere utile per la scena eSports in generale ma non per questo dovrebbe esser trattato diversamente rispetto a un team maschile.

F: Cosa pensate della tossicità nelle diverse community? Si può migliorare?

Su internet siamo abituati a vederne di ogni per cui reputo normale che esista anche questo genere di persone. Difficile trovare un modo per far capire che questo atteggiamento è deleterio per l’intera scena.

Grazie per questa intervista! Ciao a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *